Leggendra - razze disponibili
Ascia di ferro
Quantità disponibile: 98
Ascia lavorata con testa in ferro e dalla lama con un incurvatura allungata. Inchiodata ad un manico di legno con chiodi con la testa leggermente uscente e acuminata dal lato. L'impugnatura è stata rinforzata con fasce di pelle.

Conferisce:
+25 punti sopravvivenza
Coltello d'osso
Quantità disponibile: 99
Arma classica dei tribali e dei nomadi. Un coltello ricavato affilando una parte di mascella animale in un filo di lama e lasciandone i denti in un lato seghettato non più lunga di 50 cm, l'impugnatura fatto in corda o strisce di pelle.

Conferisce:
+15 punti sopravvivenza
Daga Goblin
Quantità disponibile: 99
Daga di dimensioni contenute ma per lo più usata dai goblin o gli orchetti. Lama e manico sono un unico pezzo irregolari nella forma. Nella lama, particolarmente dentellata, è presente un piccolo incavo per renderne difficile l'estrazione in caso di ferita inferta. L'impugnatura è coperta dall'incavo e l'occhiello da una benda di pelle.

Conferisce:
+20 punti sopravvivenza
Denti di squalo
Quantità disponibile: 99
Spada a una mano dalla lama particolare. La parte finale della lama con il filo ha tre uncini dentati capaci di aggrapparsi alla carne della vittima ed uno al lato opposto non affilato con la medesima funzione.
Particolarmente amata dai cacciatori essendo non troppo pesante.

Conferisce:
+50 punti sopravvivenza
Forca di ossidiana
Quantità disponibile: 99
Forca in ossidiana, alcuni Aaracokra cacciano con essa per mantenere viva la preda. L'arma è composta da due punte d'ossidiana che si diramano in due direzioni, strette su un robusto ramo sapientemente lavorato a mo' di asta.

Conferisce:
+20 punti sopravvivenza
Lancia con punta in osso
Quantità disponibile: 99
Simile al coltello d'osso, anche questa ricavata da una metà di mascella a cui vengono lasciati i denti e affilata la parte inferiore. Il tutto di quella lama d'osso legata ad un lungo ramo non per forza dritto. Può essere lanciata.

Conferisce:
+20 punti sopravvivenza
Lancia di ossidiana
Quantità disponibile: 98
Lancia Aaracokra lavorata ricavata utilizzando un'asta in legno leggero, su cui è stata innestata una punta in ossidiana. Quest'arma è particolarmente utile per cacciare, in particolare se manovrata in volo

Conferisce:
+20 punti sopravvivenza
Mannaia
Quantità disponibile: 98
Filo singolo, alle volte anche scheggiato, ma molto pesante con un piccolo occhiello in cima. E' una lama particolarmente spessa e grossolana come da forgia orchesca. Impugnatura in legno conficcato alla fine della lama e stretto da bende di pelle. Il che ne fa una lama rozza, ma particolarmente spaventosa.

Conferisce:
+60 punti sopravvivenza
Rax Ogg
Quantità disponibile: 99
In orchisch "Ascia da guerra" è un'arma da una mano e mezza. La testa ha due punti d'aggancio con il manico lasciando spazio per un punto di presa inferiore e uno centrale. La testa invece ha una lama irregolare ma affilata con un incavatura per lasciare spazio ad un'altra mano. Il manico è coperto, lì dove è visibile, da strisce di pelle.

Conferisce:
+50 punti sopravvivenza
Spada goblin
Quantità disponibile: 99
Più simile ad una spada corta, le spade goblin sono più leggere e particolarmente più affilate. Totalmente in metallo e con una punta leggermente curva e a doppio filo, utile anche per affondi. L'impugnatura è stretta da pelle di serpe nera.

Conferisce:
+25 punti sopravvivenza
Spadone orchesco
Quantità disponibile: 99
Spadone a due mani orchesco, lama a doppio filo, irregolare. Lama e manico sono un pezzo unico, sono state inchiodate e saldate due placche ad altezza fra i due punti per sostenere la forza di ogni colpo in maniera che il manico non si spezzi. L'impugnatura è stata ricoperta con strisce di pelle e il pomolo è a forma di occhiello.

Conferisce:
+60 punti sopravvivenza
Togg
Quantità disponibile: 99
Togg dalla lingua orchesca "Ascia dai tanti denti". Una serie di tre teste d'ascia conficcate in uno spesso manico di legno nero molto robusto e pesante. Ogni testa ha un dente uscente conficcato all'interno del manico e infine stretto da una corda. Impugnatura stessa è in osso di midollo da questo le piccole spine uscenti che fanno da pomolo e corda.

Conferisce:
+50 punti sopravvivenza